BREVE (MA NON TROPPO) STORIA TRISTE

Mercoledì scorso tengo Lollo a casa da scuola: ha qualche linea di febbre.

La notte non ho dormito granché, perché LaBea ha tossito in continuazione, ma al mattino pare stia bene… almeno lei! Così lascio Lollo a Suocera e con LaBea vado a scuola.

Alle undici la mia collega, nonché sua maestra le misura la febbre… LaBea ha 37.5…. Chiamo immediatamente la pediatra, che me li può visitare entrambi nel pomeriggio. Così esco prima dal lavoro e li porto dalla pediatra. LaBea ha tanta tosse, ma i bronchi e i polmoni sono ok, la gola è un po’ arrossata: ce la caviamo con le supposte per abbassare la febbre e aerosol. A Lollo, a cui nel frattempo si è alzata anche la febbre, viene fatto un tampone per scongiurare il pericolo scarlattina… per fortuna è negativo. Per lui sciroppo per abbassare la febbre e spray per la gola.

Giovedì LaBea salta come un grillo, non ha più febbre, ma la tengo a casa ugualmente da scuola perché c’è la festa di carnevale, e temo in una ricaduta. Ai bimbi ci pensano un po’ mio papà e un po’ Suocera… Neanche a farlo apposta è la settimana in cui ho il turno più lungo e finisco tardi…

La sera la febbre di Lollo è sempre più alta, gli controllo la gola… ed eccole lì, le placche…e con loro il nostro incubo: la tonsillite…

Venerdì LaBea sta più che bene, ma la tengo a casa comunque, tanto i nonni devono venire anche per Lollo… La sera iniziamo con l’antibiotico per la tonsillite… (Ecco, qui ci vorrà un post a parte in cui vi racconto del martirio che subiamo ogni volta io e il Maritino quando dobbiamo dare le medicine ai nostri figli… Non lo faccio ora, sono già abbastanza provata… Ma lo racconterò).

Sabato Lollo ha ancora febbre alta, ma sono fiduciosa! Fortunatamente siamo a casa per le vacanze di carnevale anche lunedì e martedì, così avrà tutto il tempo per rimettersi!

E infatti così accade: l’antibiotico è un portento e in men che non si dica Lollo non ha più la febbre!

Lunedì tutto tranquillo… Fino a che, verso sera… LaBea inizia a lamentarsi per ogni cosa….

La notte le si alza la febbre…

Ieri lo abbiamo passato sul divano, tra una supposta e un aerosol, e non vi dico cos’altro….

Oggi Lollo è tornato a scuola, mentre io mi sono presa un giorno per stare con LaBea e portarla nuovamente dalla pediatra…

È stata cinque giorni chiusa in casa, cinque!!!! Dove caspita se l’è beccata questa febbre?!?

Ora prego affinché non debba prendere l’antibiotico anche lei…! 😓

Annunci

QUANDO IL PROBLEMA È IN CUCINA…

Accidenti come è difficile questo gioco… Non riesco a capire come venirne fuori… Non so proprio cosa fare!…

Cosa c’è scritto lì? Magari ti da qualche indicazione… Leggi!

C’è scritto che sono tra l’incudine e il…… MATTARELLO!!!!

LA CONGIURA DEL NATALE

Ehi! Dico a voi! Sì, proprio voi che ultimamente sui social date dei matti a chi ha già fatto albero e presepe, perché siamo ancora a novembre… No dico, ma che male c’è?!

Non ci vedo nulla di strano se voglio godermi un po’ di più il mio alberello, che peraltro ho fatto con tanto amore e tanto impegno!

Pensate che ogni volta che ci passo vicino sistemo una pallina, ravvivo un fiocchetto, sposto un cuoricino…

E lo guardo con occhi luccicanti, perché sono proprio tanto felice di poterlo ammirare ogni giorno!

E la sera adoro cenare, guardare la tv e giocare mentre tutte quelle lucine colorate mi fanno compagnia!

Ogni volta che lo vedo sono talmente contenta che intono qualche bella canzoncina natalizia ballando e saltando!

No, non ho paura che quest’anno Gesù Bambino nasca prematuro… e non sono nemmeno psicopatica!… Semplicemente, come ogni bambino, ma anche come la mia mamma e il mio papà amo il Natale e l’atmosfera che si respira in questo periodo!